Dottor Mark Trozzi

Onesto | Etico | Medico

I bambini dovrebbero essere liberati ora e mai iniettati di Covid

dal dottor Paul Alexander PhD e dal dottor Mark Trozzi MD

I bambini sono per natura molto resistenti all'infezione da coronavirus per molteplici ragioni che discuteremo concisamente di seguito.

Recettori ACE 2

PrimaCome il lettore saprà, i coronavirus sono sferici e hanno molte proteine spike che sporgono dalla loro superficie tutto intorno. Affinché un coronavirus infetti una cellula umana, queste proteine spike devono prima attaccarsi ai recettori sulla superficie della cellula, chiamati recettori ACE2. Senza questa prima fase di attacco, il coronavirus non può infettare la cellula umana. I recettori ACE2 sono la vulnerabilità che i coronavirus usano per attaccarsi alle cellule umane e iniziare l'infezione.

Questi recettori ACE 2 hanno limitata (meno) espressione e presenza nell'epitelio nasale nei bambini piccoli; questo è parte della ragione per cui i bambini hanno meno probabilità di essere infettati in primo luogo, o diffonderla ad altri bambini o adulti, o anche ammalarsi gravemente; l'apparato non è semplicemente lì come riportato da (1a) Patel e (1b) Bunyavanich.  

Immunità innata antivirale pre-attivata

Secondoun altro meccanismo della potente resistenza dei bambini ai coronavirus è rivelato in una recente ricerca (2) agosto 2021 di Loske, che approfondisce ulteriormente la nostra comprensione. Questa ricerca mostra che l'immunità innata antivirale preattivata nelle vie aeree superiori dei bambini lavora per controllare ulteriormente l'infezione precoce della SARS-CoV-2. Lo studio fornisce la prova che "le cellule immunitarie delle vie aeree dei bambini sono preparate per il rilevamento del virus, con conseguente risposta antivirale innata precoce all'infezione da SARS-CoV-2 più forte di quella che si verifica negli adulti".

Immunità naturale

Terzo, A differenza della pseudo-immunità innaturale, pericolosa e meno efficace scatenata dalle iniezioni sperimentali di covid-19 biologico (3), sappiamo che l'immunità naturale è molto ampia ed efficace. Ciò significa che naturalmente, abbiamo l'immunità ai nuovi coronavirus a causa dell'esposizione ad altri coronavirus nel passato. Questo è vero anche nei bambini piccoli. I coronavirus sono una delle famiglie di virus che causano il "raffreddore comune". Anche i bambini piccoli sono stati esposti a vari raffreddori prima che il covid-19 fosse lanciato. Con i raffreddori che erano coronavirus, i bambini erano minimamente malati a causa dei bassi recettori ACE2 nelle loro narici e della loro innata immunità antivirale; ma comunque l'esposizione li ha aiutati a sviluppare una forte e ampia immunità e anticorpi contro i coronavirus. Questa immunità naturale funziona anche tra coronavirus molto diversi. Questa è una delle ragioni per cui le famigerate varianti sono meno preoccupanti per le persone non iniettate, che hanno un'immunità naturale.

Nei bambini, questa ampia immunità naturale al covid, grazie a precedenti raffreddori, è dimostrata dalla prova di ricerca di (4) Yang che è stata pubblicata su Science (maggio 2021). Ha mostrato che il sangue esaminato da bambini recuperati prima della pandemia di COVID-19, aveva cellule B di memoria che possono legarsi alla SARS-CoV-2. Questo indica il ruolo potente dell'esposizione della prima infanzia ai comuni coronavirus del raffreddore (coronavirus), nel dare loro una maggiore immunità alla SARS-CoV2 e alle sue varianti.

In altre parole, questo sottolinea l'importanza delle espansioni clonali delle cellule B della prima infanzia e della cross-reattività/cross-protezione, nelle successive esposizioni e risposte ai nuovi patogeni, compresa la SARS-COV-2. Qui citiamo questo lavoro del dottor Yang: "Coerentemente con la sierologia riportata, i bambini pre-pandemici avevano cloni convergenti commutati in classe verso il coronavirus 2 della sindrome respiratoria acuta grave con una debole cross-reattività verso altri coronavirus... questi risultati evidenziano l'importanza delle espansioni clonali delle cellule B della prima infanzia e la cross-reattività per le risposte future ai nuovi patogeni".

I bambini hanno meno probabilità di diffondere il covid.

Quarto, vorremmo anche attirare l'attenzione dei lettori su una ricerca nel (5) Journal of Infection di Galow (aprile 2021) che ha esaminato i tassi di trasmissione familiare in bambini e adulti. Hanno riportato che non c'è stata "nessuna trasmissione da una persona indice < 18 anni a un contatto domestico < 18 anni (0/7), ma 26 trasmissioni da casi indice adulti a contatti domestici < 18 anni (26/71, SAR 0=37)". Questi risultati sono in linea con l'evidenza che i bambini sono meno a rischio di sviluppare corsi di malattia grave, e sono anche molto meno suscettibili e probabili di diffondere e guidare la SARS-CoV-2 (6, 7, 8, 9).

In sintesi

In sintesi: I bambini hanno un minimo di recettori ACE2 presenti nelle loro vie aeree superiori; hanno potenti risposte immunitarie innate ai virus nelle vie aeree superiori; hanno un'ampia immunità efficace alla SARS-CoV2 e alle sue varianti da precedenti esposizioni ai coronavirus; e ulteriori prove dimostrano che di gran lunga non trasmettono il covid ad altre persone, anche quelle in stretto contatto con loro.

Così, l'idea imposta ai bambini che abbracciando o socializzando con i loro nonni, gli daranno il covido e causeranno la loro morte, è completamente infondata. Questa idea non è altro che una parte del grave abuso psicologico che i nostri bambini subiscono da più di un anno e mezzo. Dobbiamo porvi fine ora. I bambini non hanno bisogno di maschere, di allontanamento antisociale, di nessuna limitazione nella loro vita, non hanno bisogno di ostruzioni facciali o di un innaturale allontanamento dai loro insegnanti, e certamente dovrebbero essere risparmiati dalle pericolose iniezioni sperimentali di nanoparticelle genetiche.

Ora sappiamo che anche negli anziani, che sono molto più soggetti a malattie significative con il covid-19, le iniezioni uccidono cinque volte il numero di persone che salvano. (10) Nei bambini questo rapporto va fuori scala a più di cento. Immaginate di decidere di uccidere più di cento bambini, per tutti quelli che possono essere salvati. È ridicolo o malvagio. Fermate immediatamente queste iniezioni!

Le iniezioni devono essere interrotte immediatamente, soprattutto nei bambini.

Referenze

  • 1a.Patel AB, Verma A. Nasal ACE2 Levels and COVID-19 in Children. JAMA. 2020 Jun 16;323(23):2386-2387. doi: 10.1001/jama.2020.8946. PMID: 32432681.
  • 1b. Bunyavanich S, Do A, Vicencio A. Nasal Gene Expression of Angiotensin-Converting Enzyme 2 in bambini e adulti. JAMA. 2020;323(23):2427–2429. doi:10.1001/jama.2020.8707
  • 2. Loske, J., Röhmel, J., Lukassen, S. et al.L'immunità innata antivirale preattivata nelle vie aeree superiori controlla l'infezione precoce SARS-CoV-2 nei bambini. Nat Biotechnol(2021). https://doi.org/10.1038/s41587-021-01037-9
  • 3. M. Trozzi MD giugno 2022 Covid "Vaccini", quanto sono pericolosi? https://drtrozzi.com/2021/06/covid-vaccines-how-dangerous-are-they/
  • 4. Yang F, Nielsen SCA, Hoh RA, Röltgen K, Wirz OF, Haraguchi E, Jean GH, Lee JY, Pham TD, Jackson KJL, Roskin KM, Liu Y, Nguyen K, Ohgami RS, Osborne EM, Nadeau KC, Niemann CU, Parsonnet J, Boyd SD. La memoria condivisa delle cellule B ai coronavirus e ad altri agenti patogeni varia nei gruppi di età e nei tessuti umani. Scienza. 2021 maggio 14;372(6543):738-741. doi: 10.1126/science.abf6648. Epub 2021 Apr 12. PMID: 33846272; PMCID: PMC8139427.
  • 5. Galow L, Haag L, Kahre E, Blankenburg J, Dalpke AH, Lück C, Berner R, Armann JP. Minori tassi di trasmissione domestica della SARS-CoV-2 dai bambini rispetto agli adulti. J Infect. 2021 Jul;83(1):e34-e36. doi: 10.1016/j.jinf.2021.04.022. Epub 2021 Apr 28. PMID: 33930468; PMCID: PMC8079264.
  • 6. Koh WC, Naing L, Chaw L, Rosledzana MA, Alikhan MF, Jamaludin SA, Amin F, Omar A, Shazli A, Griffith M, Pastore R, Wong J. Cosa sappiamo della trasmissione della SARS-CoV-2? Una revisione sistematica e una meta-analisi del tasso di attacchi secondari e dei fattori di rischio associati. PLoS One. 2020 Oct 8;15(10):e0240205. doi: 10.1371/journal.pone.0240205. PMID: 33031427; PMCID: PMC7544065.
  • 7. Viner RM, Mytton OT, Bonell C, Melendez-Torres GJ, Ward J, Hudson L, Waddington C, Thomas J, Russell S, van der Klis F, Koirala A, Ladhani S, Panovska-Griffiths J, Davies NG, Booy R, Eggo RM. Suscettibilità all'infezione da SARS-CoV-2 tra bambini e adolescenti rispetto agli adulti: A Systematic Review and Meta-analysis. JAMA Pediatr. 2021 Feb 1;175(2):143-156. doi: 10.1001/jamapediatrics.2020.4573. Erratum in: JAMA Pediatr. 2021 Feb 1;175(2):212. PMID: 32975552; PMCID: PMC7519436.
  • 8. Jung J, Hong MJ, Kim EO, Lee J, Kim MN, Kim SH. Indagine su un focolaio nosocomiale di malattia da coronavirus 2019 in un reparto pediatrico nella Corea del Sud: controllo di successo mediante rilevamento precoce e ampia tracciabilità dei contatti con test. Clin Microbiol Infect. 2020 Nov;26(11):1574-1575. doi: 10.1016/j.cmi.2020.06.021. Epub 2020 Jun 25. PMID: 32593744; PMCID: PMC7315989.
  • 9. Wongsawat J, Moolasart V, Srikirin P, Srijareonvijit C, Vaivong N, Uttayamakul S, Disthakumpa A. Rischio di trasmissione del nuovo coronavirus 2019 dai bambini ai caregiver: Una serie di casi. J Paediatr Child Health. 2020 Jun;56(6):984-985. doi: 10.1111/jpc.14965. PMID: 32567772; PMCID: PMC7361585.
  • 10. Perché vacciniamo i bambini contro il COVID-19? Ronald N.Kostoff, Daniela Calina, Darja Kanduc, Michael B.Briggs, Panayiotis Vlachoyiannopoulose, Andrey A.Svistunov, e AristidisTsatsakisg https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S221475002100161X?via%3Dihub

Pulsanti di condivisione

Telegramma
Email
Facebook
Twitter
WhatsApp
Stampa

Newsletter

Sii il primo a sapere quando il Dr. Trozzi rilascia contenuti. L'iscrizione alla nostra newsletter è gratuita ed è possibile annullare l'iscrizione o modificare le impostazioni di notifica in qualsiasi momento.


Appiccicoso su
it_ITItaliano