Dottor Mark Trozzi

Onesto | Etico | Medico

Che cosa c'è davvero nei "vaccini" Covid?

Più di 60 scienziati che collaborano tra più laboratori in diverse nazioni rivelano cosa c'è realmente nelle iniezioni e cosa succede al sangue delle vittime dell'iniezione.

Il Gruppo di lavoro tedesco per l'analisi dei vaccini COVID è una rete internazionale di oltre sessanta: scienziati, medici, matematici, avvocati e altri che si sono impegnati ad analizzare in modo approfondito in laboratorio i cosiddetti "vaccini" covid-19 e a riferire i loro risultati al pubblico.  

Lavorando in diversi laboratori e paesi, il gruppo ha analizzato i cosiddetti "vaccini" di Moderna, BioNTech/Pfizer, AstraZenica e Johnson and Johnson e il sangue delle persone a cui sono stati iniettati. Hanno utilizzato: Microscopia elettronica a scansione (SEM), spettroscopia a raggi X a dispersione di energia (EDX), spettroscopia di massa (MS), analisi al plasma ad accoppiamento induttivo (ICP), microscopia in campo chiaro (BFM), microscopia in campo scuro (DFM) e diagnostica delle immagini del sangue vivo, oltre all'analisi delle immagini mediante l'intelligenza artificiale.

Ecco un breve riassunto dei risultati ottenuti:

1

Corpi estranei metallici. Oggetti metallici sono stati trovati in tutte le fiale Pfizer e Astrazenica studiate e in alcune fiale Johnson and Johnson. Il vaccino Comirnaty di BioNTech/Pfizer presenta il maggior numero di strutture insolite.

2

La spettroscopia a raggi X rivela elementi non dichiarati

Sono state trovate molte sostanze non dichiarate, tra cui metalli con vari livelli di tossicità. AstraZenica, BioNTech/Pfizer e Moderna contenevano:

  • Metalli alcalini cesio (Cs) e potassio (K)
  • metalli alcalino-terrosi calcio (Ca) e bario (Ba)
  • metalli di transizione cobalto(Co)
  • ferro(Fe)
  • cromo (Cr) e titanio (Ti)
  • metalli delle terre rare cerio (Ce) e gadolinio (Gd)
  • e il metallo minerario alluminio (Al)
  • gli elementi silicio (Si) e zolfo (S).


Nessuno di questi ingredienti è stato dichiarato dai produttori; non sono letteralmente inclusi nell'elenco degli ingredienti. I produttori si sono rifiutati di rispondere a qualsiasi domanda su queste sostanze presenti nelle iniezioni. Sono presenti in quantità tali da superare la contaminazione accidentale come fonte plausibile. La tossina antimonio è stata trovata anche nelle fiale di Moderna e BioNTech/Pfizer.

3

Immagine al microscopio in campo oscuro del campione di sangue di una persona "vaccinata".

A. Le persone sottoposte a iniezione presentano 100% un'alterazione costante del sangue, osservata con la microscopia in campo oscuro a cellule vive. Ciò include un flusso sanguigno ostacolato, con i globuli rossi che si attaccano l'uno all'altro, fino all'estremo della "formazione di rouleaux", e una profonda diminuzione della stabilità e della sopravvivenza dei globuli rossi.

B. Una semplice intelligenza artificiale programmabile è stata in grado di distinguere in modo coerente tra il sangue di individui "vaccinati" e "non vaccinati". Questo dato è preoccupante sia per le persone che soffrono fisicamente a causa del sangue danneggiato, sia per la capacità degli addetti alle iniezioni di determinare lo stato "vaccinale" con un semplice test automatico su una goccia di sangue.

4

Nel sangue dei soggetti vaccinati con Comirnaty (BioNTech/Pfizer) sono state riscontrate formazioni cristalline.

Nel sangue di tutte le persone sottoposte a iniezioni compaiono varie strutture cristalline. Sono presenti in quantità troppo abbondanti per essere state semplicemente iniettate; devono quindi essersi formate nell'organismo in seguito alle iniezioni. Ne esistono due tipi principali: i cristalli di colesterolo e i cristalli di sale. Una spiegazione per gli abbondanti e grandi cristalli di colesterolo nel sangue è l'effetto erosivo delle nanoparticelle pegilate e delle proteine spike sullo strato intimale dei vasi sanguigni. Quando le cellule interne che rivestono i vasi sanguigni delle vittime vengono erose, è prevedibile la frammentazione delle placche aterosclerotiche. Questo probabilmente libera il colesterolo delle placche nella circolazione, dove forma cristalli di colesterolo in tutto il flusso sanguigno. Anche i danni agli organi indotti dall'iniezione, in particolare al fegato, possono avere un ruolo nella generazione di questi cristalli di colesterolo patologici.

5

Consegna di mRNA tramite nanoparticelle lipidiche

Esiste una correlazione forte e coerente tra la qualità delle nanoparticelle di ciascun lotto di vaccino e il grado di mortalità e di eventi avversi associati a quel lotto. In altre parole: quanto più efficacemente l'mRNA viene consegnato nelle cellule delle vittime, tanto più è probabile che queste soffrano o muoiano. Questo ci fornisce almeno una spiegazione valida per la variazione della carneficina tra i vari lotti: perversamente, una produzione di qualità superiore produce un'arma biologica più letale.

6

In nessuna delle fiale analizzate da questo gruppo sono stati rilevati ossido di grafene o chip di microcomputer.

Come spiega il gruppo nel suo (che consiglio vivamente).mfine lettura)I ricercatori hanno dichiarato le loro scoperte in forma anonima per evitare i pericoli e le persecuzioni che molti scienziati e medici (me compreso) subiscono per aver rivelato al pubblico le verità sui covi. Tuttavia, due degli scienziati: La dott.ssa Sabine Stebel, microbiologa ed esperta di Gain of Function, e il dott. H. PhD, fisico, hanno deciso di correre il rischio e hanno presentato i risultati del gruppo all'Assemblea Generale del Consiglio Mondiale della Sanità il 5 settembre 2022. Ecco la relazione concisa della dott.ssa Stebel, della durata di 10 minuti, seguita da domande e risposte sia da parte sua che del dott. Hammel.

La dott.ssa Sabine Stebel si è laureata in Biologia presso l'Università di Friburgo in Germania, specializzandosi in Biologia cellulare, Microbiologia e Immunologia. Ha conseguito un dottorato di ricerca in genetica e guadagno di funzione. Ha lavorato nell'industria farmaceutica, ma non si è mai inserita completamente a causa della sua natura etica.  

Il rapporto preliminare completo del gruppo di lavoro tedesco è scritto molto bene per essere letto e compreso da tutti. È ricco di immagini microscopiche eccezionali e di eccellenti spiegazioni della scienza e delle tecniche alla base delle scoperte.

Rapporto completo

Pulsanti di condivisione

Telegramma
Email
Facebook
Twitter
WhatsApp
Stampa

Newsletter

Sii il primo a sapere quando il Dr. Trozzi rilascia contenuti. L'iscrizione alla nostra newsletter è gratuita ed è possibile annullare l'iscrizione o modificare le impostazioni di notifica in qualsiasi momento.


Appiccicoso su
it_ITItaliano