Dottor Mark Trozzi

Onesto | Etico | Medico

Dr Trozzi: trasformazione da medico di emergenza ad attivista a tempo pieno

Lianne Bridges Intervista con il dottor Trozzi, insider medico e informatore

Introduzione

In questa intervista Lianne Bridges di Designing Transformation esplora la storia personale e la prospettiva interna della trasformazione del dottor Trozzi da medico d'emergenza pre-covido, a medico di prima linea covido, e la progressione a informatore e attivista a tempo pieno.

Descrizione di Lianne Bridges

Intervista con il leader del cambiamento, il Dr. Mark Trozzi - un medico coraggioso ed etico diventato attivista, e un insider medico canadese.

Mark si è laureato alla University of Western Ontario e ha praticato la medicina d'emergenza negli ultimi venticinque anni, ed è un istruttore veterano di rianimazione critica. È stato di turno in diverse unità di emergenza dall'inizio della pandemia, compreso un pronto soccorso designato specificamente per COVID, fino a quando si è dimesso per motivi morali nel febbraio 2021.

Nella mia intervista con Mark, condivide il suo viaggio come professionista medico attraverso gli ultimi 18 mesi della pandemia. Egli fornisce una prospettiva dall'interno sulla soppressione delle informazioni, l'alterazione dei dati da parte del governo e dei media, e la censura della discussione e del dibattito scientifico. Rivela ciò che ha visto di prima mano e attraverso le discussioni con i colleghi riguardo a ciò che sta realmente accadendo negli ospedali, rispetto a ciò che viene riportato dai media. Spiega perché è così difficile per i medici e gli altri operatori sanitari parlare. Condivide anche la sua prospettiva sull'immunità naturale, le opzioni di trattamento terapeutico, la trasmissione della malattia e i mandati. Fornisce raccomandazioni su come le persone possono essere coinvolte per proteggere se stesse, le loro famiglie e le comunità.

Secondo il Dr. Trozzi, "La 'prima ondata' della 'pandemia' è stata assolutamente il periodo più tranquillo della mia carriera, sia nel mio normale Pronto Soccorso che nel mio Pronto Soccorso 'designato COVID-19', non c'erano quasi pazienti e quasi nessun lavoro. Ho avuto più turni lunghi al pronto soccorso senza un solo paziente.

Percepisco che ad ogni livello, l'amministrazione ospedaliera non ha avuto altra scelta apparente che sottomettersi all'infinito lancio dall'alto dei governi di nuove regole, protocolli e procedure discutibili. Le mie conversazioni oneste con i colleghi sulle mie ricerche e osservazioni sono diventate un problema. Preso in questo dilemma, un importante amministratore che io rispetto molto, mi ha detto che 'i miei pensieri hanno messo gli altri a disagio, e hanno reso difficile mantenere tutti motivati e conformi' con tutti i nuovi protocolli e restrizioni. Comprendendo la triste situazione, ho mantenuto la mia posizione clinica promettendo di "mordermi la lingua ogni volta che pensavo di parlare di COVID-19" in ospedale. Questo era alla fine eticamente impossibile per me, e a metà novembre ho iniziato a ridurre il mio lavoro al Pronto Soccorso, e mi sono dimesso da tutti i miei Pronto Soccorso a metà febbraio, per evitare conflitti tra le mie responsabilità sociali, legali ed etiche; e gli ospedali che mi sono cari".

Pulsanti di condivisione

Telegramma
Email
Facebook
Twitter
WhatsApp
Stampa

Newsletter

Sii il primo a sapere quando il Dr. Trozzi rilascia contenuti. L'iscrizione alla nostra newsletter è gratuita ed è possibile annullare l'iscrizione o modificare le impostazioni di notifica in qualsiasi momento.


By submitting this form, you are consenting to receive marketing emails from: Trozzi, RR2, Bancroft, ON, K0L 1C0, https://drtrozzi.com/. You can revoke your consent to receive emails at any time by using the SafeUnsubscribe® link, found at the bottom of every email. Emails are serviced by Constant Contact
it_ITItaliano