Autorizzato da: Angela Durante PhD, Denis Rancourt PhD, Claus Rinner PhD, Laurent Leduc PhD, Donald Welsh PhD, John Zwaagstra PhD, Jan Vrbik PhD, Valentina Capurri PhD

Una lettera aperta ai non vaccinati

Non sei solo! Al 28 luglio 2021, 29% dei canadesi non hanno ricevuto il vaccino COVID-19, e altri 14% hanno ricevuto una sola iniezione. Negli Stati Uniti e nell'Unione Europea, meno della metà della popolazione è completamente vaccinata, e anche in Israele, il "laboratorio del mondo" secondo la Pfizer, un terzo delle persone rimane completamente non vaccinato. I politici e i media hanno assunto un punto di vista uniforme, dando la colpa ai non vaccinati per i guai che ne sono derivati dopo diciotto mesi di paure e chiusure. È ora di mettere le cose in chiaro.

È del tutto ragionevole e legittimo dire 'no' a vaccini non sufficientemente testati per i quali non esiste una scienza affidabile. Avete il diritto di affermare la tutela del vostro corpo e di rifiutare i trattamenti medici se lo ritenete opportuno. Hai il diritto di dire "no" a una violazione della tua dignità, della tua integrità e della tua autonomia corporea. È il vostro corpo e avete il diritto di scegliere. Avete il diritto di lottare per i vostri figli contro le vaccinazioni di massa a scuola.

Lei ha ragione di chiedersi se il consenso libero e informato sia possibile nelle circostanze attuali. Gli effetti a lungo termine sono sconosciuti. Gli effetti transgenerazionali sono sconosciuti. La deregolamentazione dell'immunità naturale indotta dal vaccino non è nota. Il danno potenziale non è noto poiché la segnalazione degli eventi avversi è ritardata, incompleta e incoerente tra le giurisdizioni.

Siete presi di mira dai media tradizionali, dalle campagne di ingegneria sociale del governo, da regole e politiche ingiuste, da datori di lavoro che collaborano e dalla mafia dei social media.

Vi viene detto che ora siete voi il problema e che il mondo non può tornare alla normalità se non vi fate vaccinare.

Sei stato ferocemente preso come capro espiatorio dalla propaganda e messo sotto pressione dagli altri intorno a te. Ricordate: non c'è niente di sbagliato in voi.

Siete accusati in modo impreciso di essere una fabbrica di nuove varianti di SARS-CoV-2, quando in realtà, secondo i principali scienziati, il vostro sistema immunitario naturale genera l'immunità a più componenti del virus. Questo favorisce la vostra protezione contro una vasta gamma di varianti virali e abroga l'ulteriore diffusione a chiunque altro.

Siete giustificati nell'esigere studi indipendenti rivisti da pari a pari, non finanziati dalle multinazionali farmaceutiche. Tutti gli studi rivisti da pari della sicurezza e dell'efficacia a breve termine sono stati finanziati, organizzati, coordinati e sostenuti da queste società a scopo di lucro; e nessuno dei dati degli studi è stato reso pubblico o disponibile ai ricercatori che non lavorano per queste società.

Hai ragione a mettere in dubbio i risultati preliminari della sperimentazione del vaccino. I pretesi alti valori di efficacia relativa si basano su piccoli numeri di "infezioni" tenuamente determinati. Gli studi non erano inoltre in cieco, dove le persone che facevano le iniezioni sapevano o potevano dedurre se stavano iniettando il vaccino sperimentale o il placebo. Questa non è una metodologia scientifica accettabile per gli studi sui vaccini.

Lei ha ragione nei suoi appelli per una diversità di opinioni scientifiche. Come in natura, abbiamo bisogno di una policultura dell'informazione e delle sue interpretazioni. E in questo momento non ce l'abbiamo. Scegliere di non prendere il vaccino è tenere lo spazio per far emergere la ragione, la trasparenza e la responsabilità. Hai ragione a chiedere: "Che cosa viene dopo quando cediamo l'autorità sui nostri corpi?

Non lasciatevi intimidire. State dimostrando resilienza, integrità e grinta. Vi state unendo nelle vostre comunità, facendo piani per aiutarvi l'un l'altro e sostenendo la responsabilità scientifica e la libertà di parola, che sono necessarie alla società per prosperare. Noi siamo tra i tanti che stanno con voi.

Angela Durante, PhD
Denis Rancourt, PhD
Claus Rinner, PhD
Laurent Leduc, PhD
Donald Welsh, PhD
John Zwaagstra, PhD
Jan Vrbik, PhD
Valentina Capurri, PhD

Pulsanti di condivisione

Telegramma
Email
Facebook
Twitter
WhatsApp
Stampa

Newsletter

Sii il primo a sapere quando il Dr. Trozzi rilascia contenuti. L'iscrizione alla nostra newsletter è gratuita ed è possibile annullare l'iscrizione o modificare le impostazioni di notifica in qualsiasi momento.


Inviando questo modulo, si acconsente a ricevere e-mail di marketing da: Trozzi, https://drtrozzi.com/. È possibile revocare il consenso a ricevere e-mail in qualsiasi momento utilizzando il link SafeUnsubscribe®, che si trova nella parte inferiore di ogni e-mail. Le e-mail sono servite da Constant Contact

I nostri alleati

it_ITItaliano